Come veleno

So che tutto questo è difficile da sopportare

Vorrei prendere il tuo dolore e sputarlo fuori, come veleno

Come si fa quando la vipera assale.

Ma non è la vipera ad averti attaccata,

bensì una creatura più bastarda;

la morte, che non può essere annullata,

davanti a cui non possiamo nulla.

Mi farei guscio vuoto e ti lascerei riempirmi del tuo dolore.

L’unica cosa che invece posso fare è starti ad ascoltare

Ascoltare te, il tuo silenzio

Farmi orecchie per quelle urla che nessuno può sentire

Perché non urlerai con la gola, sarà il tuo silenzio a gridare

Io sarò lì, il mio cuore pronto con te a scoppiare.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s

Create your website with WordPress.com
Get started
%d bloggers like this: